Futuro prossimo

Bando per supportare iniziative promosse da studenti e giovani nei quartieri e nelle biblioteche di Bologna

Che cos'è Futuro prossimo? 

Il bando Futuro prossimo, promosso dalla Fondazione per l'Innovazione Urbana in collaborazione con il Comune di Bologna e l'Istituzione Biblioteche, chiama giovani e studenti universitari a dare il loro contributo alla creazione di attività di prossimità, intesa come cura delle relazioni e attenzione allo sviluppo del capitale sociale e umano, di coinvolgimento e di attivazione culturale degli abitanti dei quartieri, di sperimentazione di servizi e di nuove forme di presidio sociale e civico nei quartieri e nelle biblioteche di Bologna.

Il bando intende creare spazi di sperimentazione attraverso cui trovare risposte nuove e collettive alle sfide urbane e suggerire visioni e pratiche che concorrano alla trasformazione del modo in cui si vive e ci si prende cura della città,  incoraggiando la creatività degli studenti universitari che vivono e abitano la città e stimolando un nuovo protagonismo civico studentesco.

La call, che sarà ripetuta anche nel 2020, seleziona eventi culturali, laboratori creativi, progetti, incontri, corsi formativi, azioni innovative e collaborative, servizi, percorsi di coprogettazione di eventi con la cittadinanza, da realizzarsi nei quartieri di Bologna in rapporto con le biblioteche di prossimità.

Futuro prossimo si inserisce nel più ampio quadro dei Laboratori di Quartiere e si ispira a 12 bisogni “di prossimità” emersi dal processo di ascolto diffuso sul territorio, che possono essere applicati e individuati come linee di azione prioritaria in diversi contesti ed è finanziato attraverso il premio Engaged cities, ricevuto dalla città di Bologna nel 2018. 

A chi si rivolge? 

I destinatari del bando sono gli oltre 86.000 studenti universitari (47,2% dei quali provenienti da fuori regione e 6.331 dei quali studenti internazionali): possono infatti partecipare al bando e presentare la propria proposta di attività associazioni, gruppi di associazioni e/o gruppi informali e la proposta deve essere rappresentata da almeno uno studente universitario regolarmente iscritto all’Università di Bologna.

Luoghi delle attività 

Al fine di favorire sinergie con altre progettualità del Comune di Bologna e della Fondazione per l’Innovazione Urbana e in collaborazione con l’Istituzione Biblioteche, alcune biblioteche di prossimità e le loro aree circostanti sono state individuate come luoghi prioritari di intervento della prima edizione del bando:

  • Quartiere Borgo Panigale - Reno: Villaggio INA-Borgo Panigale Centro e la Biblioteca Borgo Panigale
  • Quartiere Navile: Pescarola e la Biblioteca Lame - Cesare Malservisi
  • Quartiere Porto - Saragozza: Quadrilatero-Scalo-Malvasia e la Biblioteca Jorge Luis Borges
  • Quartiere San Donato - San Vitale: Pilastro e la Biblioteca Luigi Spina
  • Quartiere Santo Stefano: San Mamolo e la Biblioteca Cabral
  • Quartiere Savena: Arno-Lombardia-Abba-Portazza e la Biblioteca Natalia Ginzburg

Per conoscere di più sui luoghi citati è consultabile un breve allegato

Risorse e tempistiche

Ogni proposta potrà accedere a un finanziamento di massimo 5.000€ e dovrà prevedere attività per un minimo di 3 mesi, con una presenza continuativa e regolare sul territorio.
Futuro prossimo è finanziato attraverso il premio Engaged City, ricevuto dalla città di Bologna nel 2018.

  • Pubblicazione bando: 29 novembre 2018 - 30 gennaio 2019
  • Termine per presentare le proposte: 30 gennaio 2019
  • Selezione delle proposte: entro il 20 febbraio 2019
  • Coprogettazione delle proposte: febbario - marzo 2019
  • Realizzazione delle attività nei quartieri: marzo - luglio 2019

Come partecipare? 

Per partecipare al bando è necessario inviare la propria proposta compilando il form online entro il 30 gennaio 2019 iscriversi alla Rete Civica Iperbole del Comune di Bologna. 

Per maggiori informazioni consulta il bando e scrivici a immaginazionecivica@fondazioneinnovazioneurbana.it

Allegati